E’  TUTTA  COLPA  DEL   MEDICO

E’ TUTTA COLPA DEL MEDICO

La responsabilità del medico:  e le precisazioni della Corte di Cassazione con la sentenza n. 2275  del 2017.

Ai fini del risarcimento del danno per responsabilità medica, è il paziente che deve provare il nesso di causalità tra l’aggravamento della patologia (o l’insorgenza di una nuova malattia) e la condotta dei medici.

Mentre la struttura sanitaria, per andare esente da responsabilità ( art 1218 c.c.) , dovrà, a sua volta, dimostrare “l’impossibilità della prestazione sanitaria “derivante da causa non imputabile, provando che l’inesatto adempimento è stato determinato da un impedimento imprevedibile e non evitabile anche  con l’ordinaria diligenza”.

Lascia un commento